Nerone torna indietro

Nerone

Conero Denominazione di Origine Controllata e Garantita Riserva

 

vigneti

Regione viticola: Marche, provincia di Ancona.
Ubicazione: in località Montacuto all’interno del Parco Naturale del Conero, alle falde del Promontorio.
Età: da 10 a 30 anni.
Suolo: i terreni derivano da rocce marnose calcaree intercalate a zone di terra rosso bruna e argilla. Presenza di pietra risalente al Plio-Pleistocene.
Esposizione ed altitudine: nei pressi del mare, ma in posizione protetta dai venti di bora dal Monte Conero e dalle alte coste ad altitudine di 130-250 m s.l.m.

vitigni e coltivazione

Uve: 100% Montepulciano.
Sistema d’allevamento: contro spalliera, guyot.
Densità d’impianto: da 2.500 a 4.500 piante per ha.
Resa per ettaro: 60 q di uva con sistema di potatura a ridotto carico di gemme per pianta, permettendo così l’accumulo di sostanze elaborate in pochi grappoli per vite.

vinificazione

Raccolta: le uve a maturazione tardiva sono vendemmiate a mano e per il 50% messe ad appassire per oltre 6 settimane.

Vinificazione: avviene prima per le uve a maturazione tradizionale e, dopo 50 giorni, per quelle in appassimento. Fermentazione in piccole vasche di cemento con frequenti rimontaggi giornalieri. La macerazione sulle bucce si protrae per molti giorni.
Maturazione: dopo la svinatura il vino matura in barrique per 15 mesi ed affina in bottiglia per circa un anno.

note di degustazione

Alla vista: il rosso rubino è profondo e ricorda la preziosa pietra birmana. Le sfumature sono di porpora e riconducono alla matrice del vitigno in purezza. Grande la consistenza.
Al naso: preziose e potenti le note odorigene che si esprimono in sentori di confettura tra amarene e prugne. Esplodono le spezie: pepe, cannella e liquirizia. Dal fondo salgono piacevoli sensazioni di pregiati tabacchi, cacao e tostatura di caffè. Il rincalzo finale lo danno gli eteri. Pregiate in tutto l’insieme le note aromatiche di una eccellente maturazione in barrique.
Al gusto: la potenza in bocca è scatenante; generosissimo e avvolgente l’abbraccio dell’alcol che modera i pregiati tannini dei roveri francesi. L’eccellente sapidità dirompe in tutta la cavità orale con grande intensità, in un vellutato finale di lunga persistenza e di perfetta armonia.

evoluzione

Vino da grande invecchiamento, destinato ad impreziosire le più belle cantine e carte dei vini. Il tempo ci darà ragione di considerarlo una rarità enologica.

abbinamenti

Grandi carni rosse da bovini di pregio, selvaggina da pelo e piuma nobile soprattutto in preparazioni tartufate. Eccelle su fagiani, pernici e beccacce e non di meno sui piccioni. Grandi abbinamenti su formaggi stagionati e di struttura, come ad esempio il Fossa di Talamello e Sogliano, il pecorino di Pienza ed il sardo.

temperatura servizio

18/20° C.

dati

Alcool: 14,5% vol.


AWARDS
I VINI DI VERONELLI
2007 - 2005 - 2003
CONCORSO ENOLOGICO INTERNAZIONALE VINITALY - ORO
2011
CHALLENGE INTERNATIONAL DU VIN BORDEAUX
2007 - 2006 - 2005 - 2003
INTERNATIONAL WINE & SPIRIT COMPETITION LONDON
2007 - 2006 - 2005
JAPAN WINE CHALLENGE
2007 - 2005 - 2003
CONCOURS MONDIAL DE BRUXELLES
2007 - 2005
BERLINER WEIN TROPHY
2007
INTERNATIONAL WINE CHALLENGE LONDON
2006 - 2005 - 2003
BERLINER WEIN TROPHY
2006 - 2005
THE SHANGHAI INTERNATIONAL WINE CHALLENGE
2006 - 2003
MUNDUS VINI GERMANY
2006
SELECTIONS MONDIALES DES VINS CANADA
2005
MUNDUS VINI GERMANY
2005
CONCOURS MONDIAL DE BRUXELLES
2003
INTERNATIONAL WINE CHALLENGE LONDON
2001
CONCOURS MONDIAL DE BRUXELLES
2001
torna indietro