Opale torna indietro

Opale

Verdicchio dei Castellli di Jesi Denominazione di Origine Controllata Brut

á

vigneti

Regione viticola: Marche, provincia di Ancona.
Ubicazione: nell’area del Verdicchio dei Castelli di Jesi.
EtÓ: 8-35 anni.
Suolo: di origine sedimentario marino alluvionale, con prevalenza di argilla e sabbia e presenza
di pietra del Plio-Pleistocene e Miocene. Esposizione ed altitudine: Sud-Ovest e Nord-Est a 400-450 m.

vitigni e coltivazione

Uve: 100% Verdicchio.
Sistema di coltivazione: capovolto e doppio guyot.
DensitÓ d’impianto: 1.700-3.500 ceppi per ha.
Resa per ettaro: 100 q d’uva.

vinificazione

Raccolta: raccolta anticipata delle uve, a mano eánelle ore pi¨ fresche, con successiva pressatura soffice.
Vinificazione: fermentazione a bassa temperatura e successiva rifermentazione in autoclaveáper la presa di spuma che avviene molto lentamente.
Maturazione: affinamento in bottiglia in magazzino termocondizionato.

note di degustazione

Alla vista: colore paglierino tenue con riflessi verdi, perlage fine e persistente.
Al naso: gradevole profumo fruttato che si fonde con sentori di fiori bianchi e sottofondo di lievito.
Al gusto: fresco e ben equilibrato in tutte le sue componenti.

evoluzione

Vino di grande freschezza da degustare nel primo anno di vita ma che si lascia apprezzare anche dopo qualche anno dalla vendemmia.

abbinamenti

La sua facilitÓ di beva e morbida struttura lo rendono molto gradevole come aperitivo, ma si concede bene con antipasti di pesce ed un’ampia scelta di piatti della marineria.

temperatura servizio

8 ░ C.

dati

Alcool: 11,5% vol.


torna indietro